Come prendersi cura del kart con Sabino de Castro

Come prendersi cura del Kart con Sabino De Castro

Come prendersi cura del Kart con i consigli di Sabino de Castro e i prodotti Mafra

Nella serie di tutorial di Sabino de Castro, il pilota istruttore di kart spiega come prendersi cura del kart e tenerlo sempre nelle migliori condizioni. Nei video, Sabino illustra le tecniche corrette per prendersi cura del kart affidandosi ai prodotti della linea Professional di Mafra.

In Italia, il mercato dei kart è in continua crescita e sono sempre di più i giovani che si avvicinano a questa disciplina. Si tratta spesso di ragazzi molto giovani che amano la velocità e che vogliono intraprendere la carriera di pilota, partendo da quella che è considerata la prima scuola per imparare a correre in pista. Sabino de Castro non è solo un affermato pilota ma è anche un istruttore di kart. Con la sua Karting School Birel ART dà la possibilità ai piloti giovanissimi di avvicinarsi al fantastico mondo delle gare in pista. In una serie di video tutorial, Sabino de Castro spiega come prendersi cura del kart a regola d’arte!

Chi è Sabino de Castro

Nato il 30 giugno del 1985 a Rho, alle porte di Milano, Sabino de Castro vanta una carriera che lo ha visto correre con vetture di ogni tipo. Come la maggior parte dei suoi colleghi, anche lui ha iniziato sui kart, ottenendo diversi successi, per poi cimentarsi con le vetture GT dove si è laureato per ben 3 volte Campione Italiano Gran Turismo – 2017, 2019 e 2020. Oggi è anche istruttore di Kart e ha fondato la sua Karting School in collaborazione con Birel ART, noto produttore di kart con sede a Lissone. L’obiettivo della scuola è dare la possibilità ai giovanissimi piloti (dai 5 anni) di avvicinarsi per la prima volta al mondo del kart e, per i più esperti, di perfezionare la tecnica di guida per l’attività agonistica.

Sabino de Castro, prendersi cura del kart Mafra

Il legame tra Mafra e Sabino de Castro

Da alcuni anni, noi di Mafra siamo sponsor tecnici di Sabino de Castro, supportandolo sia nella sua esperienza alla guida delle vetture Gran Turismo, sia in quella della Karting School. La passione per le corse e la voglia di far crescere i campioni del futuro sono le cose che ci accomunano. Sapere che, grazie anche al nostro supporto, possiamo aiutare giovani piloti a raggiungere il sogno di diventare dei professionisti ci riempie di orgoglio.

Come prendersi cura del kart: i tutorial di Sabino de Castro

Sabino ha voluto mettere a disposizione di tutti gli appassionati le sue conoscenze realizzando una serie di tutorial per spiegare come prendersi cura del kart per averlo sempre nelle migliori condizioni quando si scende in pista. Lo abbiamo supportato anche in questo progetto fornendogli i prodotti della linea Tecnica Mafra, una garanzia per le varie operazioni di manutenzione. Non perderti nessun tutorial di Sabino, qui sotto trovi tutti quelli pubblicati fino ad oggi!

  1. Come mettere in pista un Birel Art 50 Training
  2. Come mettere in pista un Birel Art 60 Easykart
  3. Come caricare la batteria
  4. Come sostituire il motore 50cc
  5. Come sostituire gli pneumatici di un 60cc
  6. Come pulire la campana della frizione
  7. Come sostituire un motore 60cc
  8. Come sostituire il pignone

 

Guarda tutti i video tutorial di Sabino de Castro su come prendersi cura del kart

 

Come mettere in pista un Birel Art 50 Training

Il primo tutorial di Sabino de Castro è dedicato al Birel Art 50 Training e a tutto quello che serve per prepararlo prima di scendere in pista.

Il Birel Art 50 è il mezzo ideale per la pre-agonistica. Un kart dotato di motore da 50cc con una potenza di 3CV, ideale per chi vuole avvicinarsi alla disciplina kartistica. Nel tutorial, Sabino ci spiega cosa bisogna fare prima di mettere in pista questo kart.

Il primo passaggio è una controllata alla bulloneria, in generale, per verificare che tutto sia ben serrato, per poi passare agli pneumatici. Usa un manometro per verificare che la pressione sia tra 1.2 e 1.6 bar. Il passo successivo è fare miscela con un olio per kart al 5%.

Ora è il momento di accendere il motore: metti l’interruttore sullo zero, schiaccia il decompressore e pompa la miscela sotto il carburatore fino a quando non senti il ritorno nel serbatoio. Apri l’aria del carburatore e prendi la corda di accensione; con un colpo secco mettilo in moto, facendo attenzione di non tirarla fino in fondo, per non rischiare di rovinare gli ingranaggi. Appena il motore va in moto chiudi l’aria e lascialo girare sul cavalletto per un paio di minuti in modo da scaldare il motore.

Ora il kart è pronto per girare in pista!

 

Come mettere in pista un Birel Art 60 Easykart

Nel secondo tutorial, Sabino spiega come mettere in pista un Birel Art 60 Easykart, il kart perfetto per bambini da 9 a 13 anni che affrontano la prima categoria agonistica.

Anche in questo caso, la prima cosa da fare è controllare la bulloneria e quindi passare alla pressione delle gomme. Inizialmente la pressione deve essere da 1,2 bar in su; quando poi si comincia a girare in pista e l’asfalto comincia a scaldarsi, è il momento di scendere a 0,9 bar.

Dopo aver controllato gli pneumatici, inserisci la batteria Freeline che deve essere stata preventivamente caricata. La batteria è posizionata sotto la centralina, alla quale va collegata tramite il suo connettore. Dopo aver collegato la batteria accendi la centralina e vedrai illuminarsi il Led rosso sul volante.

È il momento di far arrivare la benzina al carburatore. Togli il silenziatore di aspirazione con l’apposita chiave da 7, chiudi l’aspirazione del carburatore con il palmo della mano e schiaccia il pulsante di accensione. Quando il palmo della mano è bagnato di benzina vuol dire che la benzina è arrivata al carburatore. A questo punto rimonta il silenziatore e premi il pulsante verde sul volante, il kart si metterà in moto. Per spegnere il Kart usa il pulsante rosso.

Un consiglio utile: ricordati sempre di ingrassare bene la catena prima di andare in pista. Catenoil è il prodotto perfetto per questa operazione! Un grasso spray che lascia un film lubrificante e idrorepellente, una pellicola resistente, altamente protettiva che fa lavorare le parti sottoposte a sforzo sempre al massimo dell’efficienza, anche nelle condizioni più esasperate.

 

Come caricare la batteria

I kart Birel Art Easykart richiedono una batteria per alimentare la centralina e, come tutte le batterie, anche questa deve essere ricaricata. In questo tutorial, Sabino de Castro ci mostra la procedura per una corretta ricarica della batteria.

Usare il caricabatteria

Con la batteria LIPO Freeline viene dato in dotazione lo specifico caricabatteria e tutti i connettori necessari per la ricarica. La prima operazione da fare è collegare il cavo di alimentazione, quindi collegare l’adattatore per il connettore Freeline facendo attenzione a non invertire i poli: rosso (positivo) e nero (negativo).

Procedi quindi con lo stabilizzatore, collegando al caricabatterie l’apposito cavo a cui va collegato il circuito stampato, che a sua volta deve essere collegato alla batteria. Dopo esserti assicurato di aver collegato tutti i cavi in modo corretto, puoi attaccare la spina alla corrente: sul caricabatterie vedrai accendersi una spia rossa.

Verifica che sia selezionata la spia LIPO, che corrisponde al tipo di batteria che si sta per ricaricare; quindi con l’apposito pulsante seleziona la spia 3A, corrispondente all’amperaggio della batteria. Infine, premi il tasto Start per avviare il ciclo di ricarica, quando comincerà a lampeggiare la spia verde la carica è completata.

 

Come sostituire il motore 50cc

Siamo arrivati al tutorial di Sabino de Castro su come sostituire il motore di un Birel Art 50 Traning, il kart ideale per bambini da 6 a 10 anni che affrontano i primi passi nel mondo del karting, nella categoria pre-agonistica.

Prima cosa da fare: togliere il filo del gas! Per questa operazione ti serve una chiave a brugola da 3 per smontare il morsetto che tiene il filo del gas. Con una chiave a brugola da 6 procedi a smontare il copri motore; poi togli la catena partendo dalla parte della corona e passando poi al pignone. Infine, con una chiave a brugola da 5, togli il paracatena.

A questo punto il motore è completamente libero è lo puoi facilmente sostituire.

 

Come sostituire gli pneumatici di un 60cc

Nel quinto tutorial di Sabino de Castro scoprirai come smontare gli pneumatici di un Birel Art 60 Easykart. Per questa operazione, occorre una forbice smontagomme con i suoi accessori (perno e ruota di centraggio), uno stallonatore e la chiave per smontare la valvola della pressione.

Smontare le ruote anteriori

Per prima cosa, smonta la valvola della pressione e fai uscire tutta l’aria. Aiutandoti con lo stallonatore stacca la gomma da entrambi i lati del cerchio. Fai attenzione a posizionare lo stallonatore sempre lontano dalla valvola dell’aria. Quindi con la forbice fai leva sulla parte dello pneumatico e con il perno infilato nel cerchio apri la forbice fino a quando la ruota non si stacca. Ora un lato della gomma è staccato dal cerchio; per staccare anche l’altro ti basterà usare la forbice e fare leva per rimuovere completamente la gomma dal cerchio.

Smontare le ruote posteriori

Il cerchio posteriore non ha i cuscinetti come il cerchio anteriore. Pertanto, per questa operazione, dovrai usare l’apposito centraggio in dotazione con la forbice. Dopo aver sgonfiato gli pneumatici e aver stallonato la gomma dal cerchio, posiziona il centraggio nella parte interna del cerchio, quindi fai leva con la forbice sullo pneumatico e inserisci il perno, per poi aprire la forbice e staccare la ruota dal cerchio. Infine, togli il centraggio e, sempre aiutandoti con la forbice, fai leva sull’altra parte del cerchio per far uscire completamente la gomma.

Montare le ruote anteriori

Prima di montare gli pneumatici, il consiglio di Sabino de Castro è di pulire il cerchio sia all’interno sia all’esterno con un prodotto come Sviting. Grazie alla sua azione lubrificante, renderà più facile l’operazione!

Posiziona il cerchio circa a metà dello pneumatico ed esercita una lieve pressione per farlo entrare. Una volta inserito il cerchio nello pneumatico giralo dalla parte opposta e usa la forbice appoggiando le guide nere sulla gomma e infilandole sotto il cerchio. Dopo aver infilato il perno, apri la forbice e in un attimo il cerchio entrerà nella gomma. A questo punto, prima di rimettere la valvola, gonfia lo pneumatico per tallonarlo. Togliere la valvola è importante per far entrare l’aria più facilmente, semplificando così l’operazione di tallonamento della gomma nel cerchio.

Montare le ruote posteriori

Come per le ruote anteriori, pulisci il cerchio e inseriscilo nella gomma. Per completare il lavoro usa il cerchio di centraggio e posiziona le guide nere sulla gomma e sotto il cerchio. Infila il perno e apri le forbici per far entrare il cerchio nella gomma. Gonfia lo pneumatico fino a quando sarà tallonato e quindi rimonta la valvola della pressione.

Il gioco è fatto, sei pronto per scendere in pista!

 

Come pulire la campana della frizione

Nel sesto tutorial, Sabino affronta un tema molto importante: la pulizia della campana della frizione.

Una nota importante: secondo il regolamento tecnico, a fine gara la campana deve essere pulita e non deve avere residui di grasso, altrimenti rischi la squalifica.

Smontare la campana

Per questo video, Sabino usa un motore da 100cc ma la procedura è la stessa anche per i motori da 60cc e 125cc. Il primo passo è rimuovere la copertura del bendix e quella del gruppo frizione: per questa operazione è necessaria una chiave a brugola del 5. Inserisci il blocco corona e con una chiave del 17 smonta il dado di serraggio della campana.

Un consiglio utile: quando smonti il dado di serraggio della campana posiziona sul tavolo da lavoro il dado e tutti i successivi spessori nell’ordine con cui li smonti. In questo modo non rischi di sbagliare la sequenza in fase di rimontaggio.

Pulire la campana

Rimosse le coperture e sbloccata la campana, puoi smontarla e procedere con la pulizia. Usa uno sgrassante multiuso come Deterjet, un prodotto in grado di rimuovere rapidamente ogni tipo di sporcizia, grasso e olio.

Per prima cosa pulisci superficialmente la frizione, quindi la campana, aiutandoti con un panno in microfibra, fino a quando non avrai rimosso ogni residuo di sporco.

Rimontare la campana

Quando la campana sarà ben pulita, rimonta tutto seguendo al contrario la sequenza di smontaggio, partendo dal fissaggio della campana per finire con le coperture del bendix e del gruppo frizione, dopo aver tolto il blocco della corona. Quando monti la gabbietta sul dado di fissaggio verifica che facendo ruotare la campana non faccia rumore, altrimenti è da sostituire.

Un consiglio utile: non stringere troppo le viti della copertura del bendix, perché è di plastica e rischi di rovinarla. Il dado di fissaggio della campana, invece, deve essere stretto in maniera abbastanza forte ma non eccessiva, avendo cura sempre di agire tirando e non spingendo.

Pulisci la campana e il gruppo frizione ogni volta che vai in pista!

 

Come sostituire un motore 60cc

Nel settimo tutorial, Sabino de Castro spiega come si smonta un motore da 60cc per poi sostituirlo.

Per prima cosa devi sfilare il filo del gas usando una chiave a brugola da 3 per svitare il morsetto che tiene il filo. Dopo aver sfilato il filo del gas smonta il silenziatore di aspirazione. Usa una chiave esagonale da 7 per allentare la fascetta di tenuta e quindi togli il silenziatore.

Ora è il momento di togliere il tubo della benzina dal carburatore. Ricordati di soffiare nel tubo per far rientrare la benzina nel serbatoio. Infine, scollega eventuali cavi elettrici, come quello del micro, e togli il Cavo Bus che collega la centralina al motore.

Dopo aver scollegato tutti i cavi sei pronto per smontare il motore cominciando dal copricatena con una chiave esagonale da 10.  Quindi passa alla marmitta, usa una pinza per togliere le molle e poi sfilala dal collettore.

Per smontare il motore devi togliere i cavallotti che si trovano sotto al motore. Per questa operazione ti serve una chiave a brugola da 8. Prima di togliere il motore ricordati di sfilare la catena, partendo sempre dalla corona per poi passare dalla parte del pignone.

Ora il motore è completamente libero e può essere sostituto con uno nuovo, per tornare in pista ancora più competitivi!

 

Come sostituire il pignone

Nell’ottavo tutorial di Sabino de Castro affrontiamo il tema di come sostituire il pignone. Un’operazione importante per migliorare le prestazioni del kart.

Dopo aver smontato il motore procedi togliendo la copertura del bendix e quella del gruppo frizione, quindi togli la campana inserendo il ferma corona dentata e con una chiave da 17 svita il dado di tenuta. Visto che il pignone è da sostituire e non è un problema se si rovina, lo puoi bloccare nella morsa.

Prima di scaldare la campana è importante pulirla bene, i residui di grasso con il calore possono generare del fumo fastidioso. Scaldata la campana è il momento di svitare le 4 viti che tengono il pignone: svitale una alla volta con una chiave a brugola da 3. Attenzione a non toccare le viti a mani nude, sono state scaldate e rischi di scottarti, quindi usa sempre un panno o i guanti.

Un consiglio utile: è importante usare sempre viti nuove ogni volta che si cambia il pignone.

Per montare il nuovo pignone, posiziona la campana sul piano di lavoro, ricordati che potrebbe essere ancora molto calda e quindi non toccarla a mani nude.

Posiziona il pignone in corrispondenza dei fori delle viti e comincia a puntarle una alla volta. Quando hai puntato la prima vite blocca la campana nella morsa e poi procedi con le altre viti. Quando tutte le viti sono ben puntate puoi procedere a fissarle singolarmente, possibilmente in modo incrociato. Per stringere in modo corretto le viti una mano deve essere perpendicolare alla campana e l’altra va usata come fermo.

A questo punto la campana con il nuovo pignone è pronta per essere rimontata sul motore e tu sei pronto a tornare in pista!

Segui la pagina YouTube di Sabino de Castro per scoprire anche tutti i numerosi video on board su vetture da competizione, dalle formule alle Gran Turismo.

Continua a seguirci sui nostri canali social per tanti altri consigli utili sulla cura e la manutenzione di qualsiasi mezzo!

Vuoi restare sempre aggiornato sulle nostre promozioni?

I migliori prodotti Mafra con sconti speciali e offerte imperdibili ti stanno aspettando. Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere i nostri sconti e restare aggiornato sul mondo Mafra! Cosa aspetti?

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

 

Continua a seguirci sui nostri canali social per tanti altri consigli utili sulla cura dell’auto e non solo:

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *