Come lavare la capote ed applicare il trattamento impermeabilizzante di protezione

Come lavare la capote ed applicare il trattamento impermeabilizzante di protezione

I “soft top” sono di solito realizzati con tessuti robusti e resistenti ma, come tutte le superfici di un’auto, necessitano di cure specifiche per conservarne le proprietà nel tempo. Oggi sono disponibili prodotti specifici molto efficaci e che non alterano le caratteristiche originarie.

Alcuni semplici accorgimenti possono essere utili per mantenere nel tempo il tessuto del “soft top” in ottime condizioni. Innanzitutto, ricordate di non richiudere mai la capote in tessuto se questa è umida e molto sporca, perché in questo modo potrebbero formarsi abrasioni e macchie di muffa difficili da rimuovere successivamente.

Lavate sempre la capote con delicatezza e prestando grande attenzione alla sua longevità: i materiali con cui sono realizzate le capote in tessuto delle auto d’epoca, come le cerniere e le guarnizioni, non sono pensati per resistere a forti getti d’acqua e d’aria e, se sottoposti ad alte pressioni, si potrebbero deteriorare precocemente. Anche in questo caso, la nostra “vecchia signora” è delicata e va trattata con molto garbo!

6 FACILI PASSAGGI PER UNA PULIZIA DELICATA MA PROFONDA

1) Laviamo la capote con regolarità e delicatezza, utilizzando prodotti specifici come il pulitore Hp12: ha un alto potere sgrassante
e va abbinato con una spazzola a setole morbide. La pulizia dev’essere eseguita dall’esterno verso l’interno, con movimenti lineari.

2) Molte capote degli anni ’50 presentavano delle bordature in pelle: per farle tornare al loro colore originale utilizziamo lo sgrassante hp12 e la spugna in melamina Wendy

3) Una volta spazzolata la capote con hp12, risciacquiamo: usiamo un getto d’acqua debole che servirà per eliminare la schiuma e lo sporco rimasto in superficie. Attenzione: non dirigere mai verso la capote un getto violento d’acqua, perché il tessuto e le guarnizioni potrebbero rovinarsi.

4) Quando la capote sarà asciutta procedere con il trattamento impermeabilizzante Idrostop che renderà il tessuto idrorepellente e oleorepellente. Stendere il prodotto con movimenti verticali
e poi orizzontali a una distanza di 20 cm. Lasciare asciugare
per almeno 24 ore.

5) Il lunotto posteriore in plastica/PVC può tornare a splendere
con il polish Regénera View, che si stende con un panno morbido in microfibra e con movimenti circolari, eliminando tutte le righe, i graffi e le opacità. Dopo aver applicato il prodotto, rimuoviamo quello in eccesso con il panno in microfibra 1Shine.

6) Ecco, ora la capote è in perfetta forma: pulita e protetta! Vi raccomandiamo di utilizzare per i successivi lavaggi un detergente neutro come Shampoo Power. Si tratta di una buona abitudine che vi aiuterà a mantenere più a lungo il tettino pulito rispettando la protezione di Idrostop che avete applicato precedentemente.

Puoi trovare i prodotti utilizzati nel video nel nostro shop:
https://www.auto-spa.it/

PRODOTTI UTILIZZATI

● 1 sgrassatore Hp12 500ml – https://www.auto-spa.it/impermeabilizzante-auto-capote.html
● 1 Idrostop per il trattamento impermeabilizzante – https://www.auto-spa.it/impermeabilizzante-interni-tessuti-auto-idrostop.html
● 1 Regénera View – https://www.auto-spa.it/regenera-view-polish-policarbonato.html
● 1 panno microfibra 1Shine – https://www.auto-spa.it/panno-microfibra-carrozzeria.html
● 1 spugna melaminica Wendy – https://www.auto-spa.it/spugna-per-lavaggio-auto-wendy.html
● 1 canna dell’acqua con doccino
● 1 spazzola a setole morbide

 

2 commenti
  • Francesco Strada
    19 Luglio 2020 at 14:17

    Buongiorno ho una Audi A3 Cabrio del 2019 con Capote in Tela Rossa. Anche se così nuova devo cominciare da subito con l’applicazione del prodotto idrorepellente ? La vettura è stata usata pochissimo, quai mai esposta al sole forte ed alla pioggia, tenuta sempre coperta in garage. Grazie per la vostra risposta

    Rispondi

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *